Escursioni a Ischia: Sentieri nel Bosco della Maddalena e Monte Rotato.
Hotel Ape Regina - isola d'Ischia English English | Deutsch Deutsch | Franšais Franšais
Foto di escursioni nell'isola d'Ischia Foto di escursioni nell'isola d'Ischia, 2 Foto di escursioni nell'isola d'Ischia, 3 Foto di escursioni nell'isola d'Ischia, 4 Foto di escursioni nell'isola d'Ischia, 7 Foto di escursioni nell'isola d'Ischia, 5 Foto di escursioni nell'isola d'Ischia, 6 Foto di escursioni nell'isola d'Ischia, 8 Foto di escursioni nell'isola d'Ischia, 9
 

Homepage
Tutte le informazioni sulla posizione e su come raggiungerci
Tutte le tariffe aggiornate
Scopri le nostre offerte!
Come inviare la propria richiesta di prenotazione
Le infos e FAQ sull'isola e sull'albergo
GALLERIA 




  

  Dintorni Home

Bosco della Maddalena e Monte Rotaro

Vicinissimo all’hotel, a circa 300 metri, è situata un’oasi naturalistica, definita il Polmone verde dell'isola d'Ischia.
Si estende su di un'area di ca. 450.000 mq collocata ai confini dei comuni di Casamicciola, Barano ed Ischia, tra il Bosco della Maddalena, il Monte Rotaro e la Pineta di Castiglione.

Un sentiero del Bosco della Maddalena

Il bosco della Maddalena e il bosco di Castiglione offrono la possibilità di fare piacevoli escursioni e passeggiate nel verde di una pineta costituita prevalentemente dal Pino Domestico.
Percorrendo i sentieri si incontrano punti panoramici dai quali si gode una vista spettacolare sul porto d’Ischia, le isole di Procida e Vivara, fin giù verso la costa. Non solo!
I colori e i profumi sprigionati dalle specie tipiche della macchia mediterranea stimoleranno e attiveranno i sensi del visitatore.

Il punto di accesso più comodo, partendo dall’hotel, è dalla località di Fondo d’Oglio, ad appena una fermata d’autobus, dove si trova il Cratere del Rotaro: un cratere di circa 350 mt. di diametro e 127 di profondità.
Monte RotaroSalendo la strada principale, sulla sinistra, un lungo vialone percorribile solo piedi conduce al cuore del cratere.

Questo “corridoio” alberato separa il Monte Rotaro dal Bosco della Maddalena.
Il Monte Rotaro (266 mt.) è ricoperto da una lussureggiante e sempre verde vegetazione di tipo mediterraneo, dove predomina quasi in assoluto il Leccio.
PanoramaPoco più avanti (circa 50 mt.), percorrendo sempre il vialone, si scorge sulla sinistra un piano di livello leggermente sottoposto, caratterizzato da una vegetazione bassa.
E’ qui che si trovano le “fumarole”: classiche emanazioni di vapore e gas della camera magmatica, presenti generalmente nelle vicinanze dei crateri di vulcani attivi o in aree idrotermali in cui i centri vulcanici non sono più attivi.

Escursioni con guida locale
Sono disponibili escursioni naturalistiche e geologiche guidate (a pagamento)

Proseguendo il cammino si arriva in un gran piazzale, situato nel cratere del Rotaro, da dove si accede a un sentiero che permette di compiere agevolmente il giro.
Il cratere, denominato Fondo d’Oglio, è caratterizzato dalla classica forma di cono.
In questa zona, cresce spontaneo il “Cyperus polystachyus”, ossia il papiro delle fumarole, caratteristico delle zone tropicali ma del tutto assente in Europa. 
Tra la flora presente, qui, si segnalano il Cisto femmina (Cistus savifollis), il Mirto (Myrtus communis), il Lentisco (Pistacia lentiscus), lo Smilace (Smilax aspera), l'Erica scopa (Erica arborea), il Corbezzolo (Arbutus unedo), la Ginestra dei carbonai (Cytisus scoparius), il Caprifoglio (Lonicera impiexa), il Rovo (Rubus sp.), la Felce aquillina (Pteridium aquillinum).
Non a caso il Monte Rotaro è un area ad alto valore ambientale, Sito di Importanza Comunitaria relativo alla Direttiva Habitat e Direttiva Uccelli.

CURIOSITA'
C'è una zona posta alla base del punto più alto (Rotaro 2), denominata Fornace, perché un tempo vi si produceva il carbone secondo un'antica tradizione: si formava una piramide di legno ricoperta di muschio e fango con un foro in cima ed altri posti sulla verticale che venivano aperti e richiusi, secondo necessità, al fine di governare la combustione della carbonaia.

Vialone RotaroALTRE INFO
Supporto geografico del bosco è il Monte Rotaro, una collina il cui nome deriva dalla corruzione delle parole cratere oppure Cretaio in pratica cretoso. Esso è un complesso edificio vulcanico costruito da varie eruzioni di diverso tipo (strato vulcanico). 
Dal punto di vista morfologico si possono distinguere le seguenti unità:
1. Un cono quasi perfetto situato a sud chiamato Rotaro 1;
2. Un cratere eccentrico riempito da una cupola di ristagno il Rotaro 2;
3. Un piccolo cratere semicircolare, il Rotaro 3, da cui si diparte una colata lavica che arriva fino
al mare;
4. La colata lavica del Rotaro 4.

Il bosco sorge su rocce e terreni vulcanici sia sciolti che lavici.

 
In questa pagina escursioni e passeggiate a Ischia.
NB. Si consiglia di procedere con una guida esperta del luogo, che vi permetterà di gustare ogni momento della vostra escursione.
Si declina ogni responsabilità derivante dall'utilizzo dei percorsi.

Home | Dove siamo | Tariffe | Offerte | Prenotazioni | Infos | Galleria
 

   
Hotel Ape Regina - via Cretaio, 129 - 80074 Casamicciola Terme (Na) Tel. 0039 081994813 Fax 081995323
info@hotelaperegina.it  | Chiamaci con Skype My status